Vai al contenuto
Home » Pesci Pagliaccio ed Ermafroditismo Sequenziale

Pesci Pagliaccio ed Ermafroditismo Sequenziale

amphiprion occellaris pesce pagliaccio

Il mondo animale nasconde un mondo di caratteristiche che la nostra società umana potrebbe definire “immorali”. Il podcast “Impronta Animale” inizia con un tema inusuale, l’ermafroditismo sequenziale nei pesci pagliaccio e nella castagnola rossa.


(ALLERTA SPOILER)

Riassunto dell’episodio

Una star tra i pesci pagliaccio

Esistono moltissime varietà di pesci pagliaccio, ma nel primo episodio di “Impronta Animale” si parla di un pesce in particolare, l’Amphiprion ocellaris o finto pesce pagliaccio. Il suo nome deriva dalla fortissima somiglianza con il vero pesce pagliaccio (Amphiprion percula). Entrambi hanno lo stesso sviluppo ed entrambi sono ermafroditi sequenziali, in particolare ermafroditi proterandrici. Questo termine indica che gli animali sviluppano alla nascita i gameti maschili, ma ad un certo punto della loro vita sviluppano i gameti femminili e si trasformano in femmine.

Questa trasformazione è dettata dal contesto sociale. In un anemone possono vivere diversi maschi, ma una sola femmina. La femmina è sempre più grande dei maschi, e se seguiamo la gerarchia possiamo osservare che i maschi più grandi sono dominanti sui maschi più piccoli. Le femmine hanno un compito duro, quello della protezione dell’anemone, quindi il loro regno può durare veramente poco! Il maschio al primo posto della gerarchia, quello riproduttore, sviluppa i gameti femminili e il ciclo continua.

Anche la castagnola rossa cambia sesso!

Un altro esempio di ermafroditismo sequenziale è la castagnola rossa (Anthias anthias). In questo bellissimo pesce possiamo trovare il meccanismo opposto a quello del pesce pagliaccio, cioè un ermafroditismo proteroginico. Anche in questo caso gli stadi sessuali cambiano a causa del contesto sociale, ma prima vengono sviluppati i gameti femminili e poi quelli maschi. E’ stato osservato anche che in presenza di troppi maschi in un area, i maschi più giovani tornano femmine!!


Se vuoi sostenere il mio lavoro, segui i miei canali social qui sotto:

L’uomo nella sua arroganza si crede un’opera grandiosa, degna di una creazione divina. Più umilmente, io credo sia più giusto considerarlo un discendente degli animali. (Charles Darwin)

Per contattarmi direttamente scrivimi a impronta.animale@gmail.com

Ruggisci! Fai sentire la tua voce nei commenti.