pesce pagliaccio
Ascolta “Impronta Animale: Il Pagliaccio Che si Trasformò in Regina” su Spreaker.

Benvenuto su Impronta Animale, il podcast dedicato al mondo naturale. Sono Filippo Bigozzi, dottore in scienze biologiche e ti accompagnerò in questo bellissimo cammino che ti mostrerà le bellezze della vita! Che ne dici di iniziare con qualcosa di forte? Rilassati ed immergiti con me nel fantastico mondo dell’ermafroditismo sequenziale.

Viste le livree spettacolari di questo pesce, non sarà molto difficile trovarlo. Chi stiamo cercando? Un pesce pagliaccio, ma uno in particolare: Amphiprion occellaris o falso pesce pagliaccio. Questo pesce ha un nome d’arte: Nemo, dal classico film di animazione della Disney. Ma c’è qualcosa che non quadra. In realtà il papà di Nemo non doveva essere più il papà al momento della morte della mamma. Infatti, in questi bellissimi pescetti esiste un fenomeno chiamato ermafroditismo sequenziale, cioè avviene un cambiamento del sesso ad un determinato momento nella vita dell’animale.

In questo caso si parla di ermafroditismo proterandrico. Il falso pesce pagliaccio, proprio come quello vero, vive in un anemone di mare, un fantastico luogo in cui questi pesci trovano un sicuro rifugio dalle fauci del predatore, in cambio di un semplice servizio di pulizia e di ossigenazione (un buon rapporto mutualistico!).

Al vertice dell’anemone c’è una femmina: grande grossa ed aggressiva, che ha il compito di difendere l’anemone anche a costo della sua vita. Dietro di lei troviamo una lunga fila di maschi, dal più grande di dimensioni al più piccolo. Quando la femmina morirà a causa di un predatore, il che succede abbastanza di frequente, il maschio al secondo posto della catena di comando si trasformerà in una femmina! E il ciclo si ripete… ancora e ancora..

Ma non fermiamoci qui! C’è un altro pescetto che può servire per spiegare questo evento. La castagnola rossa (anthias anthias) è un pesce che si ritrova anche nei nostri mari. In questo caso esiste un processo di ermafroditismo sequenziale, ma differenza dei pesci pagliaccio il sesso di partenza è quello femminile (si parla di ermafroditismo proteroginico). Quando nel gruppo i maschi scarseggiano, le femmine più grandi che sono anche quelle più anziane, si trasformano in maschi. E’ stato osservato però che in condizioni in cui ci sono troppi maschi nel gruppo, quelli più giovani fanno un passo indietro e tornano ad essere delle femmine.

La morale di questa storia? Pensandoci bene non c’è. La natura è bella così senza che gli appiccichiamo una morale umana.

Questa era solo una piccolissima anteprima per introdurvi ad Impronta Animale! Spero molto che vi sia piaciuta e vi aspetto nelle prossime puntate: quelle già create e quelle che verranno.

Ascolta la puntata “Il Pagliaccio che si Trasformò in Principessa” anche su Spotify

Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]