Visto che è un argomento mooolto vasto e ho poco tempo, ho deciso di divedere questo episodio in 2 parti principali: il mutual gazing, cioè lo sguardo condiviso come legante sociale; gli occhi come strumento anti-predatorio.

Il mutual gazing, se vogliamo tradurlo in italiano sarebbe “lo sguardo condiviso”, è presente in natura? Sicuramente si! Questo comportamento è presente tra madre e figlio, o padre e figlio/a, oppure tra fidanzati, persone che stanno bene quando sono in compagnia di una persona gradita. Cosa determina questo sguardo? Tra persone care lo sguardo diretto, il face to face, regola le emozioni, riducendo i momenti di stress (come l’angoscia), rafforzando il legame con gli altri individui. Potreste farmi una domanda a questo punto: Filippo, ma quando una persona che non conosco, o che non è un mio amico, mi fissa (magari negli occhi) sento uno stato di angoscia. Lo stress aumenta invece che diminuire! Avete ragione, ma ci arriviamo tra poco.

La capacità dello sguardo di trasmettere tranquillità e uno stato di benessere, è stata evidenziata in uno studio che considero di base; un lavoro che esplora la relazione tra l’uomo e il cane. Lo studio di Nagasawa e colleghi del 2015 dimostra che lo sguardo tra cane e “padrone” (anche se non mi piace questo termine, utilizzo più volentieri compagno umano) stimola un circuito, chiamato anche feedback positivo. Ve lo spiego.

Cosa Trasmette lo Sguardo

Quando il cane guarda il proprietario, i livelli di ossitocina aumentano nel sangue della persona e questo ormone facilita l’interazione fisica con il cane. A sua volta, il contatto aumenta i livelli di ossitocina nel cane, e il ciclo si ripete! Sembra che questo scambio di sguardi sia un prodotto dell’addomesticazione, visto che nel lupo non si osserva questo aumento di ossitocina, e in oltre è stato dimostrato che il cane richiede l’aiuto degli umani quando si trova in difficoltà, a differenza del lupo e delle razze più lupine.

Ma cos’è l’ossitocina? È un ormone peptidico a 9 amminoacidi prodotto dall’ipofisi. Questo ormone, chiamato anche ormone dell’amore, è coinvolto in numerosissimi aspetti sociali che riguardano la riproduzione, il legame parentale e quello amoroso, o sentimentale. Non solo intra-specifico (tipo tra umani) ma come abbiamo visto ha funzioni importanti anche nell’amicizia tra specie!

L’occhio è lo specchio dell’anima e non c’è niente di più vero! L’occhio da molte informazioni sull’individuo. Per esempio l’anello limbare, quel cerchio nero più o meno spesso tra l’iride e la sclera, più è spesso e più l’individuo è in salute. Mentre la pupilla ricopre sicuramente un ruolo fondamentale nella comunicazione delle emozioni! La pupilla si contrae e si espande in base all’emozione che proviamo, e che provano moltissimi mammiferi! Quando siamo emozionati o eccitati, la cascata ormonale che accompagna questo sentimento causa una vasodilatazione dei vasi sanguigni e una dilatazione della pupilla.

Perché è così importante?

Rispondendo alla domanda precedente, cioè perché lo sguardo diretto può causare emozioni differenti? Avendo un ruolo così delicato nel trasmettere informazioni così personali, si tende a nascondere lo sguardo. Gli animali (come noi) utilizzano generalmente mantengono lo sguardo in modo fisso e diretto in contesti aggressivi o di minacci. Immaginiamoci di camminare su un sentiero e ci troviamo davanti una scrofa con i piccoli…

La nostra pupilla inizialmente si espanderà, ma subito dopo si rimpicciolirà così tanto da sembrare piccolissimi puntini neri. In quel momento la nostra mente si paralizzerà dal terrore nel vedersi un grosso animale incazzoso pronto a scaraventarsi su di noi per proteggere i piccoli. Se da parte nostre vorremo solo distogliere lo sguardo, la scrofa mantiene lo sguardo fisso, eccitata dal fervore del sentimento materno con una pupilla così grossa da scoppiare.

Lo sguardo è un potentissimo mezzo di comunicazione, che può favorire il legame sentimentale o sociale, ma può anche mostrare le nostre fragilità e le nostre paure. Istintivamente tentiamo di tenere nascoste queste emozioni..


Ascolta “Comunicare con lo Sguardo: Impronta Animale” su Spreaker.

Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]